Home Forum Discussioni Agricoltura in Appennino

Taggato: 

Stai visualizzando 1 post (di 1 totali)
  • Autore
    Post
  • #967
    Sara.Donati
    Partecipante

    Dalla discussione avvenuta il 19 settembre in Bisaboga sono emersi questi punti, che vogliono essere portati aventi da alcuni dei e delle partecipanti al tavolo di confronto.

    – il prezzo giusto è una nozione importante, che richiede all’agricoltore e al consumatore di capire la realtà dell’altra parte. In generale, questo richiede un grande lavoro di comunicazione da parte dell’agricoltore per far capire la realtà agricola, dalla quale il consumatore è molto spesso lontano.

    – Difficoltà per l’agricoltore nella parte commercial (vendere i suoi prodotti):
    da qui la proposta di avere un banco condiviso tra produttori piccoli durante un mercato contadino, organizzando dei turni ogni settimana

    – proposta di recupero del non venduto, per evitare lo spreco di cibo attraverso l’idea di raggruppare gli eccessi di produzione di diversi produttori per aver un volume sufficiente per farlo trasformare da un terzista.

    – si è parlato anche dell’Emporio di comunità (esempio: Camilla a Bologna), concetto in quale i consumatori organizzano e gestiscono come volontari (e con alcuni dipendenti) un negozio di prodotti (soprattutto) alimentari

    – si è parlato anche di CSA (Comunità Supporta l’Agricoltore)
    in città esistono ma è difficile nelle zone rurali dove molti hanno già una piccola produzione alimentare familiare. Gli acquirenti sono inoltre già sensibili alle questione dell’acquisto locale (e bio). C’è poi la necessità di lasciare un po’ di flessibilità nella cassetta secondo alcuni acquirenti; le cassette ogni tanto sono troppo grandi idea, ecco perchè l’idea di proporre diverse dimensioni di cassette

    – si è parlato dell’importanza della comunicazione e della trasparenza da parte dell’agricoltore e della difficoltà per il produttore di vendere i suoi prodotti d’estate, quando molti italiani sono in vacanze e vanno via. Da qui l’idea di provare a vendere ai turisti, o di concentrarsi sull’autunno (quindi prendere del tempo d’estate per piantare i prodotti d’autunno, quando i clienti tornano)

Stai visualizzando 1 post (di 1 totali)
  • Devi essere connesso per rispondere a questo topic.